UZBEKISTAN
 
"Maioliche nel deserto"

 
DA NON PERDERE
VI CONSIGLIAMO
 


La nuova via della seta
O Barra O Edizioni

- Tutti i libri -
 

Bukhara

La Nobile

Con i suoi edifici millenari e un centro storico tuttora abitato, e che non è cambiato molto nel corso degli ultimi due secoli, Bukhara è una delle migliori località di questa regione per farsi un'idea di com'era L'Uzbekistan prima dell'arrivo dei russi.

Città museo miracolosamente conservata nel tempo, "Bukhara la Nobile", fu il centro principale della grande Via della Seta; compresa nel grande triangolo dell'est, assieme a Samarcanda e a Khiva ebbe largo contributo nello sviluppo dell'Asia Centrale.

Dopo gli splendidi mosaici di Samarcanda, il marrone imperante di Bukhara è una sorta di doccia fredda, considerato però che quasi tutto il centro è un’area architettonica che racchiude una zona antica non ci si può certo lamentare del colore.

In questa città si contano più di 140 edifici protetti, i più importanti dei quali sono: la Labi-hauz, una piazza secentesca costruita intorno a una vasca, i tre bazar coperti, il minareto Kalan - risalente al XII secolo e alto 47 m e che un tempo era l'edificio più alto dell'Asia-, ed infine il mausoleo di Ismail Samani, la struttura più antica della città, completata intorno al 905 e certamente una delle più eleganti dell'Asia centrale.

Sebbene alcuni motivi decorativi che ornano i tappeti siano originari di questa città, i famosi tappeti di Bukhara, tanto apprezzati in Occidente, in realtà vengono realizzati in Turkmenistan, che un tempo faceva parte del khanato di Bukhara.



© 2002 - 2019 Orientamenti Viaggi | P.IVA 01863850127 | T.+39 039 9210714 | F.+39 039 9210715 | Email | Privacy Policy
facebook google plus