BIRMANIA ORA MYANMAR
 
"Il paese dove il tempo si è fermato"

 
DA NON PERDERE
VI CONSIGLIAMO
 
 
Home » Destinazioni » estremo oriente » Birmania ora Myanmar » Diari di viaggio » Il viaggio in Birmania di Massimo e Mary Piantelli

Il viaggio in Birmania di Massimo e Mary Piantelli

Birmania ora Myanmar: Il paese dove il tempo si è fermato

Dal nostro lungo viaggio in Myanmar vogliamo regalare a tutti una giornata speciale: la visita alle grotte di Po Win Daung.

A breve distanza dalla città di Monywa si trova un’intera collina completamente scavata da devoti buddisti che l'hanno trasformata in un labirinto di grotte e templi, riccamente decorate.

Le decorazioni stesse sono una particolarità: oltre agli stucchi ed affreschi vi sono le statue, in buona parte ricavate per estrazione dalla roccia circostante.
I fedeli nel corso degli anni hanno faticosamente asportato la roccia ricavando le raffinate statue che possiamo ammirare. Le hanno successivamente dipinte e dorate.

Al ritorno da Monywa in un piccolo villaggio si celebrava una festa di noviziato, lo "Shin Pyu": tutti i bimbi birmani ad una certa età vengono mandati in monastero per un periodo piu’ o meno lungo.
In quell’occasione si ricorda la vicenda di Budda che da ricco principe si spoglio’ di tutto per diventare un povero monaco. Il bimbo viene quindi vestito con gli abiti speciali per l’occasione, portato in corteo di carri per le vie del paese, quindi si festeggia con amici e parenti vestiti a festa. Al termine il bimbo viene rasato e gli abiti cambiati con la tunica dei monaci. Inizia una nuova vita.

Lungo la strada di rientro a Mandalay si puo’ visitare una delle pagode piu’ particolari al mondo. la Thanbodday Pagoda.
La pagoda è dedicata alla pace nel mondo, ma la sua unicità risiede nella decorazione. Oltre 580.000 statue di budda di tutte le dimensioni e di tutti gli stili decorano interno ed esterno del monumento religioso. I fedeli buddisti continuano a portare in dono come offerta votiva statue di Budda, non si sa quindi nemmeno quante siano definitivamente le statue, in continuo aumento.
A completare l’opera, in una sorta di horror vacui che puo’ ricordarci lo stile barocco in occidente, vi sono stucchi e pitture floreali, lunghe volute e tralci dipinti a colori vivaci che simboleggiano un grande giardino. Una torre appuntita svetta a coronamento dell’insolita architettura.

Una giornata in Myanmar





© 2002 - 2017 Orientamenti Viaggi | P.IVA 01863850127 | T.+39 039 9210714 | F.+39 039 9210715 | Email | Privacy Policy
facebook google plus