Home » Destinazioni » india » India del Sud » I Nostri Viaggi » Viaggio in India del Sud, nel cuore dell'induismo

Viaggio in India del Sud, nel cuore dell'induismo

I templi viventi del Tamil Nadu


Viaggio d'autore, esclusiva Orientamenti
Realizzato da
Lucia Furlan +Google

Tour individuale nell'India del Sud, di alta qualità e densità culturale, progettato in esclusiva da Orientamenti Viaggi e destinato a viaggiatori esperti e curiosi del mondo, che amano approfondire anzichè il mordi e fuggi.

"Un uomo non puo' vivere in un luogo dove non c'è un tempio"
(detto popolare Tamil)

Il Tamil Nadu è situato all'estremo sud est del paese, e comprende la punta piu' a sud dell'India: Capo Comorin, ora Kanyakumari. Lo possiamo immaginare come una nave, pronta a salpare per diffondere l'induismo in tutto l'Oriente.....fino all'isola di Bali, in Indonesia....

Ancora oggi la popolazione del Tamil Nadu è profondamente credente e vive l'induismo nel proprio quotidiano, seguendo precetti, dettami e regole di questa religione, per noi occidentali così astrusa ed insolita. Un po' come gli dei dell'Olimpo dell'antica Grecia, le divinità induiste abitano un vero e proprio mondo parallelo, gioiscono, soffrono, vivono e… peccano come gli esseri umani…..!

Molto in breve, normalmente ogni città adotta una divinità come principale, un po' come i nostri Santi Patroni. Il tempio diventa il palazzo della Divinità a cui è dedicato. La divinità abita in questo palazzo, ed i fedeli la accudiscono nelle attività quotidiane, come fosse un re o, in altre parole, il Raja. Nel arco della giornata assistiamo, quindi, a numerosi rituali, differenti a seconda dell'ora in cui vengono officiati. La divinità viene svegliata, lavata e profumata, nutrita, incensata, accompagnata nella camera da letto; musiche ossessive e processioni, valanghe di fiori profumati, benedizione di acqua e cibo, accompagnano questi rituali.

Durante l'anno vi sono imponenti festival, con carri e portantine, che rappresentano episodi particolari della vita della divinità. La folla si accalca, vestita con gli abiti migliori; i santoni arrivano a frotte, per dispensare benedizioni ed officiare i riti.

La maggior parte dei templi del Tamil Nadu, oltre che splendidi monumenti, sono dunque "templi viventi". Con questa espressione vogliamo sottolineare che sono ancora oggi luoghi di culto e di ritrovo della gente Tamil, che vi si reca, oltre che per pregare, per incontrare gli amici e trascorrere del tempo fuori dalle preoccupazioni quotidiane.

Il viaggio in sintesi

01 giorno Italia Chennai (Madras)
Hotel The Leela Palace (5* Deluxe)

02 giorno Chennai Mahabalipuram
Radisson Blu Resort Temple Bay (5*)

03 giorno Mahabalipuram / Kanchipuram / Mahabalipuram
Radisson Blu Resort Temple Bay (5*)

04 giorno Mahabalipuram – Pondicherry
Hotel Palais De Mahe (Heritage)

05 giorno Pondicherry / Chidambaram / Gangaikondacholapuram / Darasurama / Kumbakonam
Mantra Veppathur (Resort di campagna tradizionale indiano)

06 giorno Kumbakonam / Tanjore / Chettinad
Chidambara Vilas (Village Heritage)

07 giorno Chettinad / Athangudi / Madurai
Heritage Madurai (5* Resort tradizionale)

08 giorno Madurai Heritage Madurai
(5* Resort tradizionale)

09 giorno Madurai /Trichy
Hotel Sangam (4* il meglio esistente)

10 giorno Trichy / Covelong Beach
Vivanta By Taj Fishermans Cove (5*Deluxe Resort sulla spiaggia)

11 giorno Covelong Beach
Vivanta By Taj Fishermans Cove (5*Deluxe Resort sulla spiaggia)

soggiorno sulla spiaggia: durata prolungabile a piacere

12 giorno Covelong Beach – Chennai volo di rientro in Italia

13 giorno arrivo in Italia

Leggi il programma dettagliato

Viaggio individuale, privato, esclusivo,
dedicato a chi ama viaggiare FUORI dai gruppi e NON desidera condividere il viaggio con estranei.
Esperte guide locali parlanti inglese.
Hotel 5* lusso o i migliori esistenti

Importante:
Alcuni alberghi sono piccoli, con poche camere, e non vi sono alternative di pari livello nella stessa località.
Sui voli di linea, piu' si avvicina la data di partenza, piu' aumentano le tariffe. La tariffa speciale di Air India ha pochissimi posti dedicati.

Decidi in anticipo il tuo viaggio in India del Sud, potrai scegliere e risparmiare.

Per questo viaggio non ci saranno offerte speciali dell'ultimo minuto!

Le 09 tappe principali del viaggio:

01 - Madras, ora Chennai:
La città nell'immaginario occidentale è legata alle stoffe di seta a quadri, dai colori sgargianti, a cui ha dato il nome; oggi è una città moderna ed industriale e conserva solo pochi templi e chiese che vale la pena di visitare come primo assaggio.

02 - Mahabalipuram:
La dinastia Pallava nel 7° / 8° secolo ha edificato numerosi splendidi templi, ora Patrimonio Unesco, in quello che era, secondo gli standard indiani, un piccolo villaggio. Ancora oggi se ne contano una quarantina. La lunga passeggiata per visitare i templi principali è piacevole e permette di ammirare i bassorilievi e le sculture da vicino, oltre a distinguere i diversi stili. Il tempio piu' famoso è detto "Tempio sulla spiaggia", in realtà è situato nei pressi del mare, in un punto leggermente sopraelevato, non esattamente sulla spiaggia.

03 - Kanchipuram:
una volta arrivati in questo piccolo villaggio, si scopre che vi sono oltre 100 templi, Patrimonio Unesco, di cui visitabili dai non induisti circa una settantina; Si visitano normalmente i 3 piu' importanti, con differenti caratteristiche; quindi si ammirano gli abilissimi tessitori di sari, per cui il paese è famoso in tutta l'India. Ogni casa ha un telaio, oltre che un tempio, a Kanchipuram!

04 - Pondicherry:
L'ex colonia francese ci mostra l'urbanistica differente delle città, a seconda della colonizzazione. Francesi e spagnoli nel mondo hanno edificato città molto gradevoli, in cui ancora oggi si passeggia volentieri. Gli inglesi hanno edificato città che rappresentavano l'impero, imponenti nelle costruzioni ufficiali, ma prive del "genius loci" che invita a viverle.
L’antica città francese è oggi una piccola enclave all'interno della grande e moderna Pondicherry indiana. Il mercato locale è molto piacevole, oltre ad essere un buon punto per fotografie curiose. Le vie si intersecano a quadrato regolare e molti degli antichi palazzi sono oggi alberghi e ristorantini o negozi; la bellissima passeggiata sul lungomare la sera è punto di ritrovo della gente del posto; ci si ritrova al tramonto, curiosando sulle bancarelle di cibo e artigianato locale.

05 - Chidambaram / Gangaikondacholapuram / Darasuram / Kumbakonam:
Due giorni fuori dai sentieri piu' conosciuti: questi magnifici templi - Gangaikondacholapuram e Darasuram sono Patrimonio Unesco - sono solo di recente entrati a buon diritto tra i luoghi da non perdere in un viaggio nell' India del Sud. I templi sono situati al centro o a ridosso di piccole cittadine, (piccole per la densità di popolazione indiana!) dove il turismo è ancora solo marginale e per lo piu' transita di sfuggita. Capita di incontrare persone che vivono in campagna, e non ancora abituate alla presenza di viaggiatori occidentali, che ci guardano come se fossimo appena usciti dal televisore. In realtà la situazione è tale che siamo noi le presenze esotiche…! Sono ormai pochi, infatti, i luoghi del mondo dove si prova ancora questa sensazione.
Per sottolineare lo spaesamento ci si ferma in un resort di campagna, ideato e gestito da indiani, dove la cena sarà rigorosamente vegetariana, vicino ad un piccolo villaggio, in una zona rurale dove ci si sposta ancora con il carro trainato dai buoi. Meditazione, astrologia, SPA Ayurvedica, WIFI: passato e presente, spiritualità e mondo materiale si incontrano sempre, in India.

06 – Tanjore
Se non fosse per il tempio Brihadeeshwara Patrimonio Unesco e la collezione di statue in bronzo della dinastia Chola, non vi sarebbe motivo per fermarsi a Tanjore. Ma queste due visite, da sole, rendono la tappa irrinunciabile.
Le statue in bronzo, di squisita fattura, sono conservate nel palazzo reale, ancora abitato dalla famiglia del locale Maharaja. Il palazzo occupa un intero quartiere. Tra gli edifici piu’ curiosi, l’alta torre da cui la famiglia reale osserva discretamente le cerimonie nello splendido tempio, senza doversi mischiare ai comuni mortali.

07 - Chettinad
La regione del Chettinad deve il suo nome alla casta “Chettinai”. Gli appartenenti a questa casta sono stati negli anni abilissimi commercianti. Conquistati dalla serenità e dal clima per gran parte dell’anno piacevole di questa regione, vi costruirono delle lussuose abitazioni in cui riunirono gli elementi di architettura piu’ disparati, sia indiani che occidentali, mantenendo però una particolarità: ogni casa si affaccia sui due lati dell’isolato ed è composta da una serie di stanze e cortili comunicanti: la piu’ signorile affaccia sulla strada principale, quelle destinate all’uso familiare sono protette all’interno, la cucina affaccia sulla stradina sul retro. Le abbellirono poi con legni finemente intagliati e piastrelle colorate dai disegni raffinati.
Le piastrelle sono ancora oggi prodotte nel villaggio di Athangudi: a partire dagli anni 1920 il villaggio si è specializzato nella produzione artigianale di piastrelle decorate fatte a mano con un particolare tecnica di lavorazione. Nel 2013 circa 400 persone vivevano di questa attività, che non è destinata o motivata dal turismo: la maggior parte degli acquirenti sono indiani.

08 - Madurai
Per chi arriva da nord-est il benvenuto a Madurai è dato dal mercato dei fiori. Ogni giorno, e per tutto il giorno, salvo una breve pausa pranzo, sacchi e sacchetti di fiori colorano e profumano questa piccola strada di periferia. In particolare il gelsomino, di diverse varietà. Non si puo’ praticare il culto induista senza avere i fiori per la “Pooja”, l’offerta rituale. Madurai è un’eccezione nel mondo induista, poiché la città è dedicata ad una dea, anziché ad un dio. Il tempio principale, Meenakshi Amman, Patrimonio Unesco, ospita l’effige della dea Meenakshi. I pellegrini arrivano da tutta l’India specialmente di venerdì o nei giorni dei festival. Cerimonie suggestive si tengono durante tutta la giornata, che si chiude con la processione serale in cui il dio Shiva si reca dalla moglie Parvati/Meenakshi per trascorrere la notte con lei. Folla, incensi, tamburi, antichi strumenti musicali, bramini officianti, fuoco, fiori…. La frenesia della cerimonia ad un certo momento, così come è iniziata, finisce.
E comincia la tenera notte indiana, illuminata da migliaia di stelle.
Attorno a Madurai vi sono alcuni templi scavati nella roccia, dedicati alla religione giainista, poco presente nel Tamil Nadu ma molto importante in altre parti dell’India, come il Gujarat.

09 - Trichy
Tiruchirapally. Confidenzialmente, Trichy.
Con un nome così, come poteva essere una normale città indiana?
A Trichy si trova Sree-Rangam, Patrimonio Unesco, un enorme complesso templare, una città nella città, isola sacra, città murata al centro del fiume Coleeron. Sette templi celebrano gli dei, e solo i sacerdoti bramini ed i loro familiari possono abitare a ridosso della città sacra. Dalle terrazze si possono ammirare i gopuram, le torri riccamente decorate, riconoscibili dovunque come simbolo dell’Induismo.
I ghats, ossia gli argini del fiume, rivestono grande importanza per gli induisti: a Trichy, come a Varanasi, ospitano venerati bramini che celebrano i complicati rituali legati alla morte.
Il Rock Fort Temple, che domina la città, è dedicato a Ganesh, divinità che elimina gli ostacoli e porta fortuna.

E per finire…..Covelong beach
Una lunga spiaggia di sabbia dorata, ed un villaggio di pescatori, che utilizzano barche tradizionali per pescare, come hanno fatto per secoli i loro antenati. Covelong beach non è la classica località balneare: è piuttosto un luogo sereno per riprendere gradualmente contatto con gli standard occidentali, per metabolizzare senza gli assilli quotidiani le particolarità del lungo viaggio, geografico, etnico e spirituale, attraverso le 9 tappe del Navagraha ed i vari milioni di dei dell’Induismo.

Che cos’è il Navagraha??
Potrete chiederlo alla vostra guida durante il viaggio, oppure potete chiederlo a Lucia.

Partenze garantite ogni giorno, per minimo 2 partecipanti. Guide locali parlanti inglese; italiano con supplemento.

Viaggio di 13 giorni:
1 notte in volo
11 notti in ottimi hotel
Partenze giornaliere dalle principali città italiane con voli di linea.

Periodo consigliato: Tutto l'anno; da ottobre a dicembre sono possibili brevi temporali.

Soggiorno mare a Covelong Beach, prolungabile a piacere.
E’ possibile abbinare altre località in India, ad esempio il Taj Mahal, ed è possibile fermarsi negli Emirati Arabi, per esempio a Dubai, per qualche giorno.

Richiedeteci quote speciali per piccoli gruppi che già si conoscono.


Quota individuale di partecipazione in camera doppia,
partenza da Milano o Roma con Air India, tariffa speciale livello "S" a disponibilità limitata
voli di linea con scalo

E' possibile utilizzare altre compagnie aeree e partire anche dalle altre principali città italiane;
supplementi su richiesta.

Fino al 30 settembre 2015 - viaggio esclusivo per
2 persone viaggianti insieme, Euro 1.900,00 a persona
4 persone viaggianti insieme, Euro 1.770,00 a persona
6 persone viaggianti insieme, Euro 1.650,00 a persona

Dal 1 ottobre 2014 al 30.09.2015, tranne 20/12/14-20/01/15** e 01-28/2/15**
supplemento hotel e servizi a terra pari a euro 285,00 a persona
tariffe aeree da confermare
**periodi di altissima stagione, quote su richiesta

Costi aggiuntivi obbligatori:
• Supplemento per tasse aeroportuali europee e adeguamento carburante: da verificare al momento dell’emissione del biglietto aereo. Quello in vigore al 21.01.15, con Air India, è pari a circa Euro 275,00 a persona
• Spese gestione pratica, Assicurazione Annullamento Viaggio e Sanitaria Euro 90,00 a persona.

Alta stagione voli:
Partenze nel periodo tra il 20 luglio e il 16 agosto, e tra il 18 dicembre e il 30 dicembre, supplementi alta stagione volo a partire da Euro 200,00 a persona; da verificare in base alla compagnia aerea utilizzata.
I servizi a terra potranno subire variazioni di costo in caso di festività locali.

Viaggio individuale:
Tutti i servizi sono forniti in esclusiva, non condivisi con altri partecipanti estranei.

1 Euro = 83,5 INR
Oscillazioni +/- 3 % potranno determinare l’adeguamento della quota, non oltre 20 giorni prima della partenza.
Quota soggetta a riconferma in base alle reali disponibilità al momento della richiesta di prenotazione.
Quote valide fino al 30.09.2015.

La quota comprende:
- voli di linea Air India da Milano o Roma, via Delhi, in classe turistica, per/da Madras;
- trasferimenti aeroporto - hotel - aeroporto;
- trasporto in auto Toyota Innova o similare per 2 persone, Van Tempo Traveller o similare per 4 - 6 persone, con aria condizionata, e con esperto autista parlante semplice inglese;
- sistemazione negli hotel/resort indicati, in camera doppia con servizi privati;
- Le cene in hotel o ristoranti locali dove possibile, dal 2 al 11 giorno;
- tutte le visite indicate durante il percorso, incluso gli ingressi, con l’ausilio dell’esperto autista parlante semplice inglese, durante le tappe di trasferimento da una città all’altra;
- auto/van privato con autista e guide locali parlanti inglese per la visita di Chennai, Mahabalipuram,
Kanchipuram, Tanjore, Madurai, Trichy;
- Ingressi e permessi durante le visite indicate;
- tasse locali e italiane.

La quota non comprende:
- visto India;
- i pasti non indicati;
- le bevande;
- le mance;
- gli extra personali;
- tutto quanto non indicato sotto la voce "comprende"



DOCUMENTI ASSOCIATI
 Documento  Dim.  Tipo  Categoria  Descrizione
Scheda Tecnica Contratto di viaggio 7 Kb PDF Normativa
Condizioni di Contratto 98 Kb PDF Normativa
Assicurazione Interassistance 184 Kb PDF Normativa
Codice di Condotta 67 Kb PDF Approfondimento
Assicurazione Annullamento 47 Kb PDF Normativa
Viaggio in India del Sud 190 Kb PDF programma



© 2002 - 2017 Orientamenti Viaggi | P.IVA 01863850127 | T.+39 039 9210714 | F.+39 039 9210715 | Email | Privacy Policy
facebook google plus