Home » Destinazioni » sud america » Argentina » Opinioni Argentina » Viaggio in Argentina

Viaggio in Argentina



Di Antonella G., Gennaio 2014

Buonasera Sig.ra Lucia

siamo rientrati nella routine quotidiana dopo la bella vacanza argentina di cui le accennavo nella mia scorsa email.

Le invio alcune brevi considerazioni di viaggio che spero possano esserle utili per i suoi prossimi viaggiatori.

Appena arrivati a Buenos Aires siamo stati ben accolti dalla Sua corrispondente Gabriella che si è subito dimostrata molto gentile ed attenta alle nostre esigenze.

Ottimo il suo consiglio e il suo aiuto nel cambiare i soldi al cambio non ufficiale che è stato addirittura indispensabile fin dai primi momenti in Argentina dove, abbiamo scoperto, non è facile utilizzare la carta di credito (anche se sono stati molto utili i dollari, ben accettati e cambiati più o meno bene).

Perfetta la sistemazione presso l'Hotel Savoy, bello nella sua classicità e ben localizzato. Tale scelta di hotel ci ha permesso di scoprire e girare con serenità nella capitale che ha un suo fascino un po' decadente, come ci aveva anticipato nelle sue descrizioni. La città mi è piaciuta ma non è penetrata nel mio cuore, forse perché mi aspettavo qualcosa di diverso: pensavo per la verità che la popolazione stesse "meglio", che si fosse minimamente sollevata dopo le vicende della fine degli anni 90'. Invece abbiamo visto molta fatica nella ripresa e, seppur nella sicurezza quasi generalizzata di girare in libertà per le strade cittadine (in base alla mia esperienza quasi unica per una città sudamericana), ho avuto l'impressione di una generalizzata "povertà" e difficoltà economica, che mi ha sorpreso.

Abbiamo rinunciato alla gita in giornata in Uruguay per visitare Colonia de Sacramento perché i costi del traghetto erano proibitivi (anche con prenotazione in anticipo su internet).

Per quanto riguarda la città di Ushuaia siamo stati ben accolti dal corrispondente Marcelo (gentilissimo) ed abbiamo avuto un programma di visite perfettamente calibrato.

L'unico neo è stata la scelta dell'hotel Las Hayas (mia) che effettivamente non è da consigliare perché è un falso hotel di alta categoria sotto ogni profilo ma, oltre a ciò non è collegato da nessun servizio di navetta con la città per cui, per muoversi per cena, è sempre necessario ricorrere al taxi. Non che la spesa del taxi fosse in verità alta, ma di certo si può facilmente evitare visto che ci sono strutture in zona molo- porto (come credo fosse quella da lei inizialmente consigliata) che sono pienamente equiparabili e meglio localizzate rispetto a quella da noi scelta.

La tappa di El Calafate ci ha sorpreso per la magnificenza delle bellezze naturali e dell'aria pura e limpida che si respirava sul lago argentino: davvero piacevoli sono state sia la gita in barca della prima giornata sia l'incredibile esperienza del Perito Moreno nella seconda giornata (abbiamo fatto anche la navigazione davanti al ghiacciaio che è stata stupenda). Eravamo intenzionati anche a fare il mini-trekking sul ghiacciaio (che ho sentito che hanno affrontato tutti i nostri commensali della cena di Capodanno) ma per quest'ultima è necessario prenotare con notevole anticipo (anche via internet con Hielo Y Aventura) perché le guide disponibili nel periodo delle festività natalizie non sono molte. Vorrà dire che la prossima volta (quando spero visiteremo anche El Chalten ed una parte di Patagonia cilena) faremo questa avventura. L'hotel Kosten Aike è stato molto buono, come pure il cenone di Capodanno.

Arrivati poi a Trelew non abbiamo avuto problemi nel noleggio auto (anche se i modelli disponibili erano davvero molto usurati), abbiamo visitato Gaiman e Dolovan e siamo arrivati a Puerto Madryn.

Qui devo ammettere che l'hotel Yene Hue non ci ha soddisfatto: non buono il servizio e neppure la camera, pessima la colazione ed impossibile il parcheggio, sia all'esterno sia all'interno dell'hotel. Inoltre alla reception nessuno parlava inglese.

Notevole la visita alla penisola di Valdes da tutti i punti di vista, carinissimo Puerto Pyramide e suggestiva l'esperienza a Faro Punta Delgada dove sono stati gentilissimi e molto ospitali. Abbiamo poi visto con entusiasmo Punta Tombo (incredibile!) e visitato il Museo di Egidio Feruglio.

Il rientro a Buenos Aires per il soggiorno all'estancia El Ombu de Areco è stato davvero un'ottima idea: ci siamo molto divertiti ed anche riposati, complici le belle giornate e le gite a cavallo. E' stata una piacevolissima immersione nella natura in un luogo splendido davvero da consigliare. A San Antonio Areco abbiamo scoperto che è necessario avere a disposizione pesos, perché non prendono dollari né euro ed il cambio cittadino era pressoché sempre chiuso.

In definitiva il viaggio è stato molto bello e ben organizzato, siamo tornati entusiasti e ben riposati. Perfetti anche i voli interni, nessun problema di ritardi né di peso dei bagagli.

Grazie davvero per la sua consulenza e per l'organizzazione, siamo stati molto bene.

Il viaggio così come da lei proposto è certamente da consigliare.

Antonella









I NOSTRI VIAGGI

CREA IL TUO VIAGGIO SU MISURA!

INFORMAZIONI UTILI
NEWSLETTER
 
La newsletter di Orientamenti: aggiornamenti sui nostri viaggi

*
* Informativa ai sensi dell´art. 13 del D. Lgs. n.196/2003
 
© 2002 - 2019 Orientamenti Viaggi | P.IVA 01863850127 | T.+39 039 9210714 | F.+39 039 9210715 | Email | Privacy Policy
facebook google plus